Tende da campeggio

Tenda da campeggio

Come orientarsi nella scelta della tenda da campeggio.

L’acquisto di una tenda da campeggio, non può prescindere da un ragionamento ben preciso su quale tipo di campeggio si vuole praticare e sul modo in cui si desidera vivere tale esperienza. Chiunque non abbia mai vissuto l’esperienza del campeggio, nel momento in cui decide di acquistare una tenda deve mettere in conto il fatto che essa non sarà in grado di fornirgli tutte le comodità alle quali è abituato a casa. Tuttavia, vi sono in commercio moltissime tipologie di tenda in grado di soddisfare le esigenze più disparate.

Innanzitutto, sarà utile precisare che le tende da campeggio si suddividono in “estive” ed “invernali”. Quelle estive sono ovviamente più leggere; se si desidera acquistare una tenda per le vacanze estive, sarà bene optare per una struttura leggera, e fare attenzione a scegliere campeggi situati sempre in zone fresche e ricche di vegetazione. Generalmente le tende estive sono dotate anche di una zanzariera, utile per ripararsi, specialmente la sera, da quei fastidiosi insetti che spesso guastano le notti di tanti campeggiatori. Le tende invernali sono invece studiate e progettate per evitare la dispersione di calore: materiali e dettagli le rendono ideali anche per accamparsi oltre i 2500 metri.

Per chi desideri una tenda da campeggio né troppo leggera né troppo pesante, esistono in commercio anche quelle che potremmo definire le “vie di mezzo”, provviste di fori e chiusure lampo che consentono di riparare dal freddo in estate o di far passare un po’ d’aria nelle torride notti estive.

Quanto alla scelta del modello, questo dipende un po’ dai gusti personali. E’ da tener presente, ad esempio, che all’interno di una tenda canadese è quasi possibile stare in piedi, il che rende più agevoli operazioni come cambiarsi ed allevia il leggero senso di oppressione che si può percepire nelle tende più basse. La canadese, per la sua forma particolare, rende anche meno insopportabile un improvviso acquazzone estivo, lasciando facilmente scorrere l’acqua verso il basso. D’altro canto è forse anche il modello di tenda più difficile da montare e quello meno stabile. Al contrario, la tenda ad igloo è molto compatta e quindi molto più stabile, ma forse è da sconsigliare a chi soffre di mal di schiena. Il vantaggio di molte tende ad igloo sta nel fatto di essere dotate di una struttura di sostegno, generalmente in vetroresina, in grado di sostenerla anche su terreni molto duri, dove è praticamente impossibile piantare i picchetti. In tal caso, ovviamente, sarà cura del campeggiatore cercare di zavorrare la tenda il più possibile, in modo da evitare che il vento la trascini via.

Oltre alla tenda canadese ed alla tenda ad igloo, vi sono altri tipi di tende, molto meno pratiche e decisamente più care, che sconsigliamo di acquistare soprattutto ai meno esperti.

Una volta scelto il tipo di tenda che si desidera, bisognerà valutarne peso e dimensioni, affidandosi principalmente al buon senso: se si prevede di portarla in spalla durante un lungo percorso di trekking, è sconsigliabile acquistare una tenda eccessivamente pesante. Allo stesso modo, se si viaggia in due la tenda ideale è una da tre posti, così da contenere comodamente le persone e i bagagli che si desidera tenere a portata di mano.

Dopo l’acquisto, e prima di partire, infine, è consigliabile provare a montarla in casa o nel proprio giardino, così da verificarne eventuali malfunzionamenti e soprattutto per evitare di sprecare la prima giornata di campeggio per leggere il libretto di istruzioni e capire come si monta la tenda sotto gli occhi divertiti degli altri campeggiatori.