Tende classiche

in
Tenda classica

La scelta tradizionale del gusto italiano.

Dal broccato ai tessuti damascati, il proprio gusto e il portafoglio sono l'unico limite per le proposte più eleganti e raffinate, in grado di vestire al meglio una casa di lusso o un ufficio di rappresentanza.

La tenda classica è l'abito di gala di una casa elegante. Tessuti preziosi, mantovane, drappeggi: niente è troppo ricercato (ovviamente in accordo col proprio gusto!) quando si vuole rifarsi alla tradizione affermatasi in Europa con il Rococò, quando la Francia e Venezia diventano le capitali dei broccati e dei damaschi; ma anche la semplicità delle tende scorrevoli Impero, per arrivare alla maggior sobrietà della tenda classica novecentesca.

In ogni caso, inutile cercare qui tessuti leggeri o di scarso pregio, strutture di metallo o leghe plastiche, decori moderni: nel classico, la tenda non è semplice copertura, ma complemento d'arredo di prima grandezza da sfruttare al meglio.

I colori caldi, i tessuti raffinati ed eleganti sono i componenti indispensabili per una casa - o un ufficio di gran lusso, come ad esempio quello di un manager d'azienda, o di una sala riunioni riservata alla dirigenza - che non voglia lasciare nulla al caso e non perdere l'occasione di stupire con ogni dettaglio.

Materiali e tessuti pregiati

La scelta del materiale per la tenda classica è naturalmente un procedimento delicato e di grande importanza, perché l'impatto del complemento d'arredo arriva prima di tutto dalla qualità del tessuto per estendersi poi alle sue decorazioni e alla forma. Impossibile quindi dare un consiglio di carattere generale, visto che ognuno ha in mente un'idea ben precisa dell'effetto che vuole realizzare nella propria casa: si va da proposte extra-lusso, carissime e pesanti, come broccato, damasco, velluto a scelte ugualmente eleganti ma più leggere, come organza o taffetà. L'unico imperativo, qui, è la fibra naturale.

Sopra e sottotende

In molti casi la tenda classica è doppiata da un sottotenda, con l'effetto di mantenere l'eleganza dell'apertura a raccolta anche con l'effettiva chiusura per ripararsi dalla luce e dal caldo. La scelta della tenda doppia appare particolarmente indicata soprattutto in presenza di tessuti molto lavorati, come il broccato, per alleggerire l'impatto e non dover essere costretti a manovrare il tessuto delicato e facile a rovinarsi. Per il sottotenda di solito si scelgono fibre più leggere come il cotone o il lino; la tenda superiore, invece, nella maggior parte dei casi richiederà attenzioni particolari e dovrà essere lavata a secco.

Mantovane e festoni

La mantovana è una delle soluzioni estetiche più utilizzate nella tenda classica: una fascia di tessuto fissata a un supporto rigido o semirigido, sagomata secondo il gusto e lo stile della tenda, collocata nella parte superiore dell'infisso per coprire il cassonetto o l'attacccatura. Quando si utilizza come nella tenda classica un tessuto di pregio, è un'occasione in più per metterlo in mostra abbinando la dimensione orizzontale alla classica verticale. In alternativa, può essere una soluzione il festone che va da una parte all'altra della tenda, magari con un effetto di contrasto per via del differente colore o materiale.