Tende a pannello

in
Tende a pannello

Per avere infinite gradazioni diverse di luce.

Regnano incontrastate negli uffici per la loro particolare linea geometrica che ispira efficienza e produttività, ma oggi non è inusuale vedere le tende a pannello anche in case e appartamenti in stile moderno.

Tradizionalmente la tenda a pannello richiama l'ambiente di lavoro, l'ufficio arredato con rigore geometrico per evidenziare l'efficienza e ispirare la produttività.

Si tratta di una tenda dalle caratteristiche molto distintive e particolari, articolata nell'accostamento di pannelli in tessuto, infilati in apposite guide, che possono essere ruotati a piacimento per variare la quantità di luce nell'ambiente; questo è particolarmente utile proprio negli uffici, in quanto sovente il raggio di sole può colpire uno schermo o un monitor causando così un riverbero fastidioso per gli occhi.

Solitamente la tenda a pannello è dotata di un meccanismo che opera in due diverse direzioni: una generale, per la raccolta laterale dei pannelli come per le tende comune, e l'altra in senso rotatorio, per regolare l'afflusso luminoso e raggiungere delle gradazioni intermedie. Nell'ambiente di lavoro la luce è infatti essenziale e ricorrere a tende comuni, che agiscono in modo "binario" in caso di raggi diretti, causerebbe buio e obbligherebbe all'accensione del sistema d'illuminazione artificiale, con conseguenti spese maggiori.

Anche per la casa moderna

Si è parlato finora dell'ufficio, ma la tenda a pannello non è una soluzione pensata solo per chi deve arredare il luogo di lavoro, malgrado questa sia la sua destinazione primaria. Oggi è sempre più comune trovare questo genere di tenda anche nelle case più moderne, a volte sostituendo al posto del bianco o grigio da ufficio dei colori sgargianti, con pannelli di dimensioni più ampie del normale e tonalità differenti per ognuno degli elementi; in questo modo si può arredare con creatività e gusto tutti originali la propria casa, con giochi di tinte e di luci che arricchiscono uno spazio sì geometrico ma di grande eleganza.

I materiali dei pannelli

Il numero dei pannelli dipende naturalmente dalla larghezza degli stessi, e oltre all'attivazioni manuale sono previsti dei meccanismi monitorizzati per automatizzare l'apertura e la chiusura, sebbene sia meno comuni che in altri tipi di tenda monodirezionali. È comune inserire delle barrette di piombo o altro metallo pesante nelle guide inferiori per far sì che il tessuto dei pannelli rimanga perfettamente teso. L'apertura è solitamente laterale, ma non mancano anche modelli con apertura centrale. Per quanto riguarda i tessuti, i più comuni sono in fibre sintetiche o naturali (alpaca o lana), o anche un misto tra i due (come il cotone con lato spalmato in pvc).

Manutenzione e installazione

La manutenzione delle tende a pannello è piuttosto semplice ma richiede una particolare intenzione nello smontaggio e rimontaggio dei vari pannelli nelle diverse guide; non è insolito che proprio a questo scopo alcune tipologie di tenda ricorrano a cerniere adesive. Un occhio di riguardo è necessario per il sistema meccanico che permette ai pannelli di ruotare nelle loro sedi, soprattutto in presenza di eventuali irregolarità nel soffitto. È possibile anche montarsi da soli le tende a pannello: in commercio vengono venduti dei kit con i pannelli già pronti per l'installazione, per la quale è necessario soltanto l'uso del trapano.