Tende a fili

in
Tenda a fili

Monofilo o doppio filo, garantiscono un colpo d'occhio elegante e creativo.

Un gioco elegante di luci e colori per la casa, una soluzione economica e raffinata per "vestire" i propri ambienti con una separazione leggera, che lascia passare l'aria e la luce, e trasforma lo spazio.

Un vero elemento di arredo. Le tende a fili si differenziano dalle comuni tende di copertura o di separazione per la loro speciale natura: consentono infatti di dividere degli spazi senza creare stacchi troppo violenti o limitare l'afflusso di luce, specialmente quando si ha a disposizione un ambiente di una certa dimensione, o destinato a più funzionalità diverse (l'esempio classico è quello di cucina e salotto) e si vuole marcare la separazione, ma senza eccedere.

I giochi di luce che attraversano i fili sono in grado di dare un'identità nuova ai propri ambienti, con un tocco di classe ed eleganza che valorizza spazi altrimenti troppo anonimi, grazie anche alle numerose colorazioni con cui è di solito disponibile questo prodotto. L'unico limite è davvero la fantasia del cliente: l'assoluta semplicità di installazione e la varietà delle tipologie (le tende a fili sono davvero personalizzabili al massimo grado) le rendono l'alleato ideale per l'arredatore creativo che vuole donare un pizzico di fantasia e originalità alla sua casa.

Uno o due strati?

Le tende a fili possono essere monofilo o doppio filo. Il primo tipo è quello più comune, il secondo invece serve quando è necessario avere una separazione più netta e marcare maggiormente la schermatura tra ambienti diversi. Naturalmente, in questo caso la visibilità diminuisce e anche l'afflusso di luce ne viene limitato, quindi è necessario valutare con attenzione la luminosità dell'ambiente prima di optare per un tipo o per l'altro. Le tende a doppio filo permettono di alternare colorazioni diverse nei due teli, e insieme alla luce si prestano quindi a giochi di luce e colore eleganti e raffinati.

Dal bambù al silene

I materiali e le possibilità per le tende a fili sono davvero moltissimi: si va dal silene acetato alle perline, passando per il cordoncino, la ciniglia, il bambù, il pvc e così via. Difficile pensare a un'installazione più semplice: di solito la tenda a fili viene formita con un attacco velcrato (per teli fissi, che non prevedono la raccolta laterale o centrale) o con nastro arricciante (per tutti gli altri casi). Stesso discorso va fatto per le colorazioni, con in più la possibilità di avere particolari disegni che vengono letteralmente "composti" dal gioco dei fili per un effetto davvero particolare.

Manutenzione e norme di sicurezza

Anche la tipologia di attacchi è molto variegata e adattabile a seconda degli ambienti e dei contesti abitativi (fissa, a gancetti, a pannelli scorrevoli, a veneziana...). La manutenzione è minimale: le tende a filo possono essere tagliate tranquillamente con le forbici se non sono della lunghezza voluta e lavate comodamente in acqua fredda e detersivo, naturalmente con accorgimenti particolari a seconda del materiale utilizzato. Al momento dell'acquisto, fate sempre attenzione che le vostre tende rispettino la regolamentazione in materia di sicurezza, siano ignifughe e atossiche, senza vernici dannose per l'uomo e per l'ambiente.