Tende a capottina

in
Tende a capottina

Il tipo di tenda da sole più diffuso.

Sferiche, quadrate, aderenti o con sporgenza: le tende a capottina sono diffusissime in tutta Italia e quasi irrinunciabili per gli esercizi commerciali, i ristoranti e gli hotel "di grido", con il loro marchio in bella vista.

La tenda a capottina è una vista molto familiare tra le tende da esterni, tanto da essere la più diffusa nella sua categoria: si tratta insomma della classica copertura che ripara dal sole e dalla pioggia le vetrine dei negozi, gli ingressi di bar, ristoranti e hotel, o anche in ambito domestico per preservare l'integrità di porte e finestre.

La tenda a capottina è una soluzione di grande comodità, compatta ed elegante per la protezione degli infissi, che aggiunge un tocco di colore al proprio esercizio commerciale o all'appartamento ed è disponibile in tante versioni diverse.

La capottina è un tipo di copertura minimale, che pur arricchendo una facciata non la soffoca con una presenza troppo ingombrante. Inoltre è sempre molto leggera e facile da installare. Come per altri tipi di copertura esterna, il suo azionamento può essere manuale, tramite corda oppure argano ed asta o motorizzata, ma va segnalato che la leggerezza della struttura richiede la motorizzazione solo in presenza di tende molto estese.

Fissa o mobile

Per semplicità, possiamo dividere in due diverse tipologie le tende a capottina: quelle a struttura fissa e quella struttura mobile, entrambe a sbalzo ma retraibili nel secondo tipo. Esiste una grande varietà di possibili forme che vanno incontro alle diverse esigenze di chi deve arredare: la versatilità e l'adattabilità sono infatti due dei punti di forza più apprezzati offerti da queste strutture, e quasi ogni tipo di ingresso o finestra può comodamente trovare la sua copertura: a pianta quadra, a pianta circolare, semi-ellittica, ad arco, a sezione di varie forme. I tessuti, disponibili in tutti i colori desiderati, completano la personalizzabilità dell'offerta.

La struttura e le tipologie

La tenda a capottina di solito consta di una struttura in acciaio o più spesso alluminio e poliestere, con snodi in nylon e alluminio. Su questo scheletro metallico o in plastica viene fissato il telo, che si richiude "a libro" per il minimo ingombro possibile. Di solito l'attacco della tenda a capottina è immediatamente aderente al muro che ospita l'infisso da proteggere, ma è possibile anche aumentare la sporgenza per offrire maggiore ristoro e ombra: forse più gradevole dal punto di vista estetico, se ne vedono parecchie di questo tipo specialmente negli ingressi di ristoranti e hotel di lusso.

Qualche accorgimento di installazione

Come per tutte le coperture di serramenti che si aprono verso l'esterno, l'installazione di una tenda a capottina, pur semplice ed eseguibile in tutta sicurezza da soli, richiede che si rispettino alcuni accorgimenti fondamentali: si devono sempre considerare i serramenti completamente aperti (a novanta gradi) più di una ventina di centimetri per parte, e desumere il raggio di apertura della stessa capottina facendo riferimento al più alto degli spigoli del serramento. L'altezza della capottina non deve essere mai inferiore a due metri per le abitazioni e 2,20-2,30 dal marciapiede per gli esercizi commerciali.