Tappeti per bambini

Tappeto per bambini

Dal polymat alla lana, tutti i materiali.

I tappeti per bambini rendono una cameretta ancora più colorata e confortevole; inoltre hanno tante altre funzioni che li rendono ideali per i più piccoli inquilini della casa: proteggono dai capitomboli dei giochi più sfrenati, assorbono lo sporco, salvano il pavimento dall'incontro con liquidi che possono rovinarlo... le applicazioni per i tappeti per bambini sono davvero moltissime.

Questo particolare tipo di copertura è molto economico ed è disponibile in una varietà praticamente infinita di colorazioni: dal viola all'arancio, dal rosso al verde, dall'azzurro al rosa, ma soprattutto con i protagonisti dei cartoni animati e dei fumetti preferiti dai nostri figli, non c'è limite alle decorazioni per trasformare una stanzetta un po' anonima, con poco sforzo, in un vero regno del divertimento e del gioco.

Un tappeto, magari a pelo lungo, è una superficie ideale dove giocare in tutta sicurezza e magari schiacciare un pisolino senza rischiare di prendere freddo: ecco come scegliere e con quali accorgimenti.

Sicurezza prima di tutto

La prima regola di un tappeto per bambini è che venga realizzato esclusivamente con materiale atossico. Troppo spesso i nostri figli rischiano di entrare in contatto con sostanze che non sono del tutto sicure, soprattutto se il prezzo dell'articolo è sospettosamente basso: è necessario quindi assicurarsi che ci siano tutte le garanzie previste a norma di legge.

L'ideale sarebbe ricorrere a tappeti in fibra naturali, che non presentano nessun tipo di colorazione, ma questi finiscono con l'usurarsi più in fretta e la loro delicatezza a volte mette a repentaglio la possibilità di usarli come superfici di gioco per tutto il giorno.

I materiali

Molti tappeti per bambini sono realizzati in Polymat, un materiale molto resistente ed elastico e soprattutto atossico: è repellente a qualsiasi tipo di sostanze, garantendo così una perfetta impermeabilità, e può essere scelto in qualsiasi tinta.

Se la lana rischia di essere piuttosto costosa, si può risparmiare con l'acrilico, che ha un impatto estetico molto simile e non è pericoloso per i bambini.

Scegliete con attenzione anche la lunghezza dei fili: i tappeti per bambini tendono a sporcarsi con frequenza e quelli con i fili più lunghi sono difficili da pulire con un comune aspirapolvere, che rischia di incepparsi.

Un alleato per il gioco

Un grande vantaggio dei tappeti per bambini è la loro versatilità, non solo dal punto di vista dei colori ma anche da quello delle forme: non è raro imbattersi infatti in tappeti che fungono già di per sé da giocattoli, sia quelli fra di loro componibili in una sorta di puzzle sempre nuovo, magari con le lettere dell'alfabeto per unire un aspetto educativo a quello puramente ludico, sia quelli che fungono da pista per le macchinine o da schema per il tradizionale gioco del "mondo", o ancora da originale tabellone per il gioco dell'oca: le possibilità sono veramente infinite per tutte le età e variano a seconda del produttore.