Tapparelle in alluminio

Tapparelle in alluminio

Manutenzione non necessaria e tanti colori, ecco i punti di forza.

Grande praticità, buona resa estetica e soprattutto una durata superiore agli altri materiali rendono la tapparella in alluminio un prodotto di crescente successo, nonché una soluzione intermedia tra le tapparelle classiche di legno e quelle in pvc.

Il successo negli ultimi anni delle tapparelle in alluminio estruso è presto spiegato, analizzando i vantaggi e la comodità di questo materiale, moderno e funzionale. L'alluminio coibentato, rinforzato al suo interno con schiuma poliuretanica spesso ad alta densità (o addirittura con anima in poliuretano rigido, fino a sette volte iù denso), sono estremamente pratiche, offrono una buona sicurezza e sono sicuramente più gradevoli di quelle molto economiche in PVC.

La manutenzione richiesta, inoltre, è minimale: anche nella condizioni climatiche peggiori l'alluminio regge molto bene, senza perciò richiedere interventi di riverniciatura o controlli periodici. Un altro punto di forza è la versatilità e la possibilità di personalizzazione: ad esempio, se si richiede un maggiore livello di sicurezza le palette possono essere ulteriormente rinforzate con tubolari interni sempre in alluminio. L'isolamento termico e acustico, infine, è ottimale, e il trattamento antigraffio rende le tapparelle resistenti all'usura.

Lunga durata

Dieci anni: è questa la durata minima delle tapparelle in alluminio, anche se non vengono mai controllate. Lo richiedono le nuove normative. Anche i venti o trent'anni non sono irraggiungibili se si dedica un minimo di cura a quelli che sono i tradizionali "punti deboli" di questa tipologia di prodotto, come la tenuta delle guide in alluminio (soprattutto nel punto di piegatura) e le guarnizioni con funzione antivento. Davvero una scelta ideale per chi non vuole dedicare troppo tempo, e soldi, alla manutenzione. Non sorprenderà, visti questi vantaggi, che il prezzo sia superiore a quello del PVC.

Spazio al colore

Altro punto di forza è la varietà di colori disponibili, davvero ampia, nell'ordine di varie decine di possibilità assortito: anche il finto legno è oggi molto di moda, perché, pur non essendo ovviamente paragonabile al prodotto naturale (del resto molto più pesante), dà una soddisfacente resa estetica a distanza, per chi osserva la casa dall'esterno, come i passanti. Molto scelte anche le tinte pastello, che si mimetizzano bene con le facciate delle case. In ogni caso, le speciali laccature con le quali vengono trattate le palette conferiscono una notevole resistenza ai graffi, al sole, agli agenti atomosferici più aggressivi come la grandine e all'usura del tempo.

La motorizzazione

Anche qui, come per le altre tipologie di tapparelle non in PVC, la motorizzazione può essere consigliata nel caso che si debbano coprire finestre di grande ampiezza o si preveda che saranno persone anziane, sopratutto, a manovrarle. La versatilità delle tapparelle in alluminio si traduce nella possibilità di automatizzarle in tutti i modi disponibili, dall'argano con asta di manovra ai sistemi con pulsante o telecomando a distanza. Va detto che però, a differenza di altri prodotti come le tapparelle di legno, il classico funzionamento a cinghia presenta una minore incidenza di guasti e sfilacciature.