Drappeggi

in
Drappeggio

Materiali pregiati per saloni e camere di rappresentanza.

I drappeggi sono tessuti di grande effetto estetico e cromatico, che completano idealmente i tendaggi più classici ma possono essere utilizzati anche in contesti più moderni. Stando attenti a non eccedere.

Il termine "drappeggio" indica oggi una composizione di tessuti nobili e preziosi che crea un effetto sinuoso, a balze oppure ondeggiante, nella maggior parte dei casi relativo alla parte superiore dei tendaggi.

Sono quindi l'ideale complemento di quella tipologia di tende d'arredo per la casa, soprattutto per lo stile classico e molto tradizionale, che si basa su un'installazione a binario o bastone nelle varie tipologie (apertura laterale o centrale, con o senza mantovana, con o senza calate laterali e così via).

Una soluzione di grandissima personalità ma decisamente non per tutti, capace di valorizzare il tessuto pregiato, la sua fantasia nel disegno, il gioco di chiaroscuri che viene a crearsi o ancora la lavorazione artigianale, ma che si adatta bene solo a una grande stanza "degna": scordatevi ogni pretesa di minimalismo e, pur seguendo il vostro gusto, fatevi consigliare dagli esperti del settore per non rischiare di trasformare il vostro salone in qualcosa di simile a una chiesa rococò...

I tessuti migliori

Il tendaggio del drappeggio di solito è realizzato in un materiale pesante, piuttosto costoso e lavorato spesso a mano: spazio quindi a broccato, fiandra, damascato e a soluzioni più esotiche. Sarà bene assicurarsi che il tendaggio e il drappeggio non soffochino completamente, per la morbidezza del loro sviluppo, la fonte di luce che vanno a coprire, o altrimenti far sì che la luce artificiale presente nella stanza sia sufficiente per illuminarla in ogni angolo, anche i più bui. Gran parte del fascino dei drappeggi, comunque, dipende proprio dal gioco di luce/buio che si crea naturalmente con le pieghe del tessuto.

La trasparenza e il moderno

Non è impossibile utilizzare un drappeggio anche in un contesto più moderno, ma quanto detto sopra per il tipo di materiali da utilizzare non vale più: meglio fare ricorso a tessuti leggeri trasparenti o semitrasparenti, in colori tenui e delicati, il più possibile senza disegni o decorazioni impegnative; tutta l'attenzione di chi guarda dev'essere concentrata in modo quasi scultoreo verso il gioco delle forme, evidenziato e sottolineato dalla sobrietà del materiale e del colore. La trasparenza aiuta inoltre a non soffocare l'infisso e la luce che deve passarci attraverso, oltre a dare nuove possibilità di lumeggiamenti d'arredo.

Coprire i cassonetti

Una delle caratteristiche più apprezzate del drappeggio è sicuramente quella di coprire i cassonetti che sostengono la tenda, rendendo così uniforme la struttura del tendaggio anche nelle sue indispensabili parti meccaniche e di scorrimento, soprattutto durante l'apertura; l'alternanza tra le linee diritte della mantovana e quelle sinuose del drappeggio contribuiscono a creare un effetto di coerenza cromatica senza eccedere in imponenza. Con un tendaggio basato su scorritenda a binario, di solito i drappeggi vengono ancorati con delle aste di alluminio velcrate; se invece lo scorritenda è a bastone, si sceglie di solito un bastone aggiuntivo a cui fissare il tessuto.